“Il Sannio oggi e domani tra Streghe, erbe e paesaggio”

14 giugno 2014 – Le streghe: tra Storia e Leggenda.

23 giugno 2014 – Erbe e Inquisizione. Streghe, chimica e paesaggio.

27 giugno 2014 – Il fascino della terra: suolo, colture e fitocosmesi.

Partendo dal folklore, dalla cultura popolare, l’idea è di approdare a quella scientifica. Ci proviamo strutturando un percorso di tre incontri in cui, grazie al prezioso contributo del dott. Antonio Daniele – autore del libro “Arcistreghe. Origini e folklore della stregoneria campana” – si indagherà sulla nascita del mito della strega, con particolare riferimento al territorio sannita. Verrà proiettato il documentario “A uno a uno le fil cuntavano: la leggenda delle streghe nel Sannio”, di Francesca Gerardo, Marialaura Simeone e Umberto Rinaldi.

In un contesto suggestivo, tra le opere dell’artista irpino Gennaro Vallifuoco (www.gennarovallifuoco.com) e le musiche selezionate dal compositore sannita Enrico Falbo (autore della colonna sonora del documentario), per chi vorrà intrattenersi, sarà possibile degustare il primo “Aperitivo scientifico” organizzato dall’Associazione.

Gli incontri continuano con una seconda data, lunedì 23 giugno – vigilia della magica notte di San Giovanni – con approfondimenti sui temi della Santa Inquisizione a cura del Prof. Annibale Laudato, del Centro Culturale per lo studio della civiltà contadina, che esporrà sui risvolti più tristi del “fenomeno” della stregoneria e delle arti magiche. Verranno, inoltre, presentate, dall’erborista dott.ssa Elvira Di Pasquale, alcune “erbe delle streghe”, illustrandone alcune loro proprietà ed effetti sull’uomo, preparando per l’occasione infusi freddi e “pozioni magiche” da degustare al momento.

Aromi stregati come spunto di riflessione sul ruolo dei sensi nella percezione del “reale”. Profumi, sapori, suoni.. sperimenteremo la loro funzione sull’impatto visivo (e non solo) del paesaggio. C’è un nesso tra i sensi, il paesaggio e la cultura di un popolo? Ci aiuterà a cercare una risposta, e magari a trovarla, il dott. Antonio di Lisio – Vicepresidente Vicario dell’Associazione log01 – che interverrà come membro del Comitato Scientifico di AISA – Associazione Italiana Scienze Ambientali. Attraverso esperimenti sensoriali ci condurrà verso una definizione di cultura meno lontana dall'”individuo” di quanto si pensi. Un punto di vista fuori dagli schemi, in un’ottica di riappropriazione consapevole e salvaguardia di un territorio che conserva ancora un elevato potenziale culturale ed economico.

Da corollario agli incontri precedenti, il terzo, ed ultimo, previsto per sabato 27 giugno, in cui il Dott. Giuseppe Palumbo, Ricercatore presso la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi del Molise, entrerà un po’ più nel dettaglio, presentando le caratteristiche del suolo e analizzandone i parametri di qualità al fine di giungere ad una proposta di zonazione colturale che non mortifichi la “vocazionalità” del territorio sannita ma che, al contrario, ne ottimizzi le potenzialità. Il dott. Palumbo si soffermerà sul delicato ma attualissimo tema della riconversione dei terreni, proponendo un originale percorso di recupero del suolo che salvaguardi il paesaggio e le tradizioni che sembrano ormai dimenticate, non trascurando l’aspetto della produttività con proposte di recupero dell’economia sannita, partendo dal Sannio e dalle sue ricchezze. Chiuderà l’incontro Daniela Severgnini, della Cooperativa Lentamente, con esempi pratici di applicazione delle piante officinali nella cosmetica.

In Collaborazione con:

Libreria LUIDIG

Associazione di Promozione Sociale CAAT – Cultura Arte Ambiente e Territorio

Centro culturale per lo studio della civiltà contadina nel Sannio

Associazione Italiana Scienze Ambientali

Per info:

info@log01.it

www.log01.it

Segui l’evento Facebook:
https://www.facebook.com/events/558410764280160/

 

Ospiti su Radio città Benevento

Galleria Fotografica

Scarica la locandina dell’evento:

  • Terra, Scienza e Magia: 1° incontro
locandina